Pubblicità

L’Orchestra Mancina chiude la seconda giornata con un trascinante concerto in Piazza della Libertà alle 23.00.

Il calendario degli eventi che animano il variopinto percorso di Zucchero&Cannella entra nel vivo con la giornata di domani, sabato 9 dicembre. I numerosi artigiani ed espositori che in questi tre giorni abitano il piccolo villaggio di casette in legno adornate da originali decorazioni natalizie e tutti i commercianti di Viale Pola e dintorni, sono pronti ad accogliere i tanti artisti che aggiungeranno colore e calore alla seconda lunga giornata di questa III edizione della manifestazione targata La Ghironda, organizzata in collaborazione con l’assessorato al Turismo e alla Cultura e alle Attività Produttive del Comune di Ostuni. Saranno ancora una volta i Fratelli Marelli ad aprire le danze.

Nel pomeriggio, a partire dalle 18, riprendono gli appuntamenti di Zucchero&Cannella con il Gran Teatro dei Burattini e, a seguire, con il Grande Circo di Gregor&Katjusha. La serata ha inizio alle ore 20.45 con il trio dei Fratelli Marelli in “60 anni fa… Nel blu dipinto di blu”, uno spettacolo ambientato tra il 1958 e la fine degli anni ’60, che vuol essere un personale tributo ai grandi Maestri della canzone. Alle 23.15 l’epicentro della festa si sposta con l’Orchestra Mancina, l’onda anomala pronta a pervadere di musica la parte storica di Ostuni con il concerto in Piazza Sant’Oronzo. La band fa del coinvolgimento e dell’interazione con il pubblico il proprio punto di forza, proponendo brani noti e meno noti attinti al repertorio della musica italiana, arrangiati in chiave “mancina”.

Per tutta la durata dell’evento, sono attivi i laboratori per bambini e ragazzi presso il Parco Giochi della Musica, un’area dedicata al gioco, alla produzione musicale e all’espressione corporea, che accoglie i piccoli ospiti dalle ore 11 alle ore 20. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria l’iscrizione, che può avvenire in loco, prenotando per il giorno in corso o per quello a seguire. Cuore pulsante della III edizione, ancora una volta, , a cui si associano compatti.