Pubblicità

Volge al termine la IV edizione di Teatro Madre Festival 2021. In programma al Parco Archeologico di Santa Maria d’Agnano di Ostuni, uno spettacolo tout public e, all’alba di Ferragosto, un concerto con musiche da tutto il mondo.

Volge al termine, questo fine settimana, Teatro Madre Festival: al Parco Archeologico di Santa Maria d’Agnano di Ostuni saluteremo un’edizione speciale, che ha regalato risate, bellezza, stupore, senso di comunità e che ha visto un continuo tutto esaurito.
A chiudere questa ricchissima edizione, un doppio appuntamento: sabato 14 agosto (h. 21.15), lo spettacolo teatrale tout-public “Il Piccolo Clown” della Compagnia dei Somari; a seguire, all’alba di domenica 15 agosto (h. 5.00), il concerto del trio Rachele Andrioli, Redi Hasa e Rocco Nigro.

Sabato 14, andranno in scena, in uno spettacolo delicatissimo di clownerie senza parole, un padre e il suo piccolo figlio. La Compagnia dei Somari ci racconterà la storia di un piccolo clown che un giorno si ritrova lontano dalla propria casa e si affida così alle cure improvvisate di un contadino, poco incline alle relazioni, soprattutto a quelle con i bambini. I due devono imparare a conoscersi, e a comprendere le esigenze l’uno dell’altro. In un lavoro senza parole, indagheranno sulle relazioni di scambio fra due generazioni, annullando la dimensione verticale di processo educativo, a favore di un ascolto reciproco capace di costruire una relazione profonda.

A poche ore di distanza, all’alba di domenica 15 agosto (h. 5.00), in un momento di eccezionale congiunzione tra arte e natura, quando Aurora apre il giorno sorgendo dal mare proprio di fronte al pubblico dell’Anfiteatro, saranno la voce antica e cristallina di Rachele Andrioli, accompagnata dalla fisarmonica di Rocco Nigro e dal violoncello di Redi Hasa a chiudere questa IV Edizione di Teatro Madre Festival con Panacea, il Concerto all’Alba.

I tre musicisti, che già collaborano da anni in varie formazioni musicali, decidono di iniziare insieme un nuovo percorso. Un percorso fatto di esperienze che si intrecciano, si impastano e poi si trasformano. Si attraversa la musica popolare che unisce i mondi, dal sud America all’Europa dell’est fino ad arrivare al sud Italia guardando il mare, tendendo la mano per accarezzare le montagne dell’Albania, ricordando i luoghi di appartenenza dei tre artisti. L’innesco è un dito che indica una nuova canzone da scoprire e da interpretare; da scrivere e seguire fino all’ultimo tasto, all’ultimo pizzico, all’ultimo fiato. Basterebbe fare un solo passo per immaginare una Direzione, una strada da percorrere. E questo trio decide di partire.

Biglietto unico “Il Piccolo Clown”: euro 6.
Biglietto unico “Concerto all’Alba”: euro 8.
Per info e prenotazioni: +39 389 265 6069.

Dal 6 agosto per poter assistere agli spettacoli di Teatro Madre Festival, come da dpcm del 22 luglio 2021, sarà necessario essere muniti di GREEN PASS (dai 12 anni in su).

Nel pomeriggio di sabato 14 agosto, a partire dalle ore 17.30, i bambini potranno partecipare a due laboratori (previa prenotazione): Zona Circo, un laboratorio di arti circensi a cura di Anna Pinto e Seminiamo Bellezza, laboratorio di semina creativa e sostenibilità a cura di Daniela Trisolino.

Gli spettatori di Teatro Madre potranno come sempre usufruire delle visite guidate gratuite curate da Pamela Viaggi alla Grotta in cui è stata rinvenuta la ‘Madre’ di Ostuni e altre due sepolture preistoriche. Partenza, sabato 14 agosto, alle h. 18.30 e 19.00; prenotazione obbligatoria al +39 389 265 6069.
Inoltre, a disposizione degli spettatori l’area food “Da Madia e Jole”, in collaborazione con Micro e le performance live “All’ombra dell’ulivo”.

Teatro Madre Festival è un progetto, ideato e fortemente voluto da Armamaxa/PagineBiancheTeatro e dal Museo Archeologico di Ostuni, e realizzato con il sostegno fondamentale del Comune di Ostuni e la collaborazione del Teatro Pubblico Pugliese.